"Si è è passato la gioventù in quei boschi"



All’indomani del crollo del fascismo, nell’immediato dopoguerra, l’analfabetismo era ancora molto diffuso tra la popolazione italiana soprattutto nei centri rurali. L’istituzione nel 1947 delle Scuole Popolari ha offerto un forte contributo  al progresso culturale della nazione prima dell’avvento della televisione.


La Biblioteca comunale di Bucine invita  a partecipare alla presentazione del volume curato Si è passato la gioventù in quei boschi: racconti di vita della scuola popolare di Rapale  1952-1953  a cura di Firenze Poggi in cui si ripercorre, attraverso testimonianze e documenti, un’ importante esperienza didattica che ha contribuito al  processo di alfabetizzazione del nostro territorio, consentendo il completamento dell’istruzione elementare e orientando all’istruzione media o professionale chi era uscito prematuramente dal sistema scolastico.




L’incontro, ricco di interventi e contributi,  si svolgerà presso il Teatro Comunale di Bucine, sabato 27 novembre alle ore 17.









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *