Sabato l'addio a Baracchi. Raccolta in sua memoria per l'acquisto di un macchinario per Cardiologia



Rientra domani in Italia la salma di Riccardo Baracchi, il titolare della cantina Baracchi Winery e del ristorante stellato e residenza di charme Il Falconiere di Cortona, scomparso l’11 ottobre scorso per un malore nei boschi di Tetovo, in Macedonia, dove si trovava a caccia assieme a un amico. La morte improvvisa dell’imprenditore ha suscitato grande commozione a Cortona, nel resto della provincia e tra tutte le numerose persone che lo avevano conosciuto e apprezzato. La salma, già in viaggio dalla Macedonia, rientrerà a Cortona, dopo una traversata in nave. Sabato 16 ottobre alle 15 è previsto il funerale, che si celebrerà nel santuario di Santa Margherita.

La raccolta in memoria di Riccardo

In occasione dell’ultimo saluto, i familiari destineranno quanto raccolto in memoria di Riccardo Baracchi per l’acquisto di un macchinario da destinare alla Cardiologia dell’ospedale San Donato di Arezzo.

Ecco l’iban per la raccolta fondi voluta dai familiari, dalla moglie Silvia e dal figlio Benedetto.

IBAN IT36 I054 9625 4090 0001 9013 374

Il messaggio di Silvia Baracchi

“Grazie amici per le tante testimonianze di affetto e stima – ha scritto oggi Silvia Baracchi su facebook – Spero di potervi ringraziare personalmente in seguito. Sono nel traghetto e sto rientrando dalla Macedonia… con tempo per piangere, ma anche per ricordare tanti momenti belli che abbiamo passato insieme io e Riccardo. Non è facile e non lo sarà mai perche lui era il senso compiuto della mia vita. Abbiamo condiviso tante passioni e momenti speciali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *