Recco: “Il parco di Portofino non è nè di destra né di sinistra”



Da Gianluca Musante, segretario del Circolo Pd Recco Avegno Uscio

Il Consiglio Comunale di Rapallo di lunedì 11 ottobre è stato “storico”.

Il tema in discussione era se, e secondo quali confini, il Comune di Rapallo volesse entrare a far parte del nuovo Parco Nazionale di Portofino.

Si partiva da una iniziale dura opposizione a questo ingresso nel Parco di alcuni mesi fa, ma alla fine il Consiglio ha approvato a larga maggioranza (esclusa la Lega) l’ entrata nel Parco di circa il 25% del territorio di Rapallo!

Nel corso del consiglio sono stati illustrati da parte del Dr. Vinai, direttore Anci Liguria, vantaggi e i veri vincoli (non quelli immaginati o inventati da chi non si informa) della presenza di un Parco sul proprio territorio.

Questa illustrazione, dice chiaramente che i vincoli riguardano solo le aree interne del Parco e quindi, anche per quanto riguarda il Comune di Recco, non interferiscono con il piano urbanistico comunale.

Ricordiamo che la proposta del ministero per Recco riguarda un’area esigua (meno del 15% del territorio comunale), dove non esistono abitazioni; un’area che necessita solo di essere tutelata e recuperata.

Il PD si augura che anche il Sindaco Gandolfo e la sua amministrazione facciano la stessa scelta illuminata, scelta che consentirebbe anche un allargamento del Parco Nazionale a ponente, nel Golfo Paradiso.

Già i molti cittadini informati si chiedono perché bloccare   questa grande occasione per l’ambiente,  ma ancora di più per l’economia ora così esigua dei nostri territori.

Ricordiamo al Sindaco che un  Parco nazionale non è di destra o di sinistra, è un bene comune.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *