Lavagna: “Così la riorganizzazione del pronto soccorso”



Dall’ufficio stampa del Consiglio regionale riceviamo e pubblichiamo la cronaca dela sedura pomeridiana riguardo la medicina d’urgenza della ASL4 Chiavarese presso l’ospedale di Lavagna

Claudio Muzio (FI) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta se corrisponda al vero l’ipotesi che dal 1° settembre 2021 i 9 posti letto situati al 3° piano dell’ospedale di Lavagna e in uso alla Medicina d’Urgenza verranno destinati ad un altro reparto e di mantenere la piena operatività e il livello di qualità assistenziale offerto dalla Medicina d’Urgenza del nosocomio lavagnese, che – ha detto – è reparto strategico nel quadro dell’emergenza nella ASL 4 Chiavarese.

L’assessore Marco Scajola ha risposto su delega del presidente della giunta e assessore alla sanità Giovanni Toti. Scajola ha spiegato che il “corpo tondo” adiacente al pronto soccorso è stato ristrutturato per accogliere 17 posti letti per  il pronto soccorso e l’osservazione breve intensiva, ma che la sua attivazione era stata rinviata per l’emergenza covid. L’assessore ha aggiunto che attualmente è in atto una valutazione per attivare in modo stabile l’area di medicina di urgenza e osservazione breve intensiva nel “corpo tondo” e acquisire, così, ulteriori nove posti letto per le patologie meno gravi al terzo piano del reparto di medicina e che questa riorganizzazione è oggetto di un confronto con i professionisti coinvolti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *