De Robertis (Pd): "Dalla Regione massima attenzione alla risorsa idrica di Montedoglio"



Redazione
11 ottobre 2021 15:48





Torna sul tema dell’acqua di Montedoglio per  l’attività agricola dell’aretino Lucia De Robertis, presidente della Commissione Territorio e Ambiente del Consiglio regionale.
“A fine agosto – ricorda la consigliera regionale PD – avevo presentato una interrogazione per conoscere le iniziative che la Regione avrebbe messo in campo nel caso in cui la perdurante siccità avesse costretto a interrompere gli approvvigionamenti per uso irriguo da Montedoglio. Interventi che, fortunatamente, non sono stati necessari, vista la proroga della fornitura irrigua disposta da Eaut fino al 30 settembre”.

“Il problema – continua De Robertis – rischia, però, di proporsi fra qualche mese, nel caso che l’autunno non porti piogge sufficienti a colmare il calo fisiologico che l’invaso ha avuto a causa dei lavori che lo interessano. Per questo la Regione sta lavorando su più fronti, sia ipotizzando una riduzione del quantitativo di deflusso minimo vitale da rilasciare nel Tevere,  così da riservare maggior risorsa alle forniture ad uso idrico e irriguo, sia rafforzando la vigilanza sul rispetto delle condizioni delle concessioni idriche rilasciate a valle della diga, per evitare attingimenti superiori agli autorizzati, che vanificherebbero i benefici del deflusso minimo rilasciato nel fiume, togliendo ulteriore risorsa agli usi civili e all’agricoltura.”
“Si tratta di interventi importanti – aggiunge la presidente della commissione Territorio e Ambiente – che vanno a rafforzare, anche in caso di perdurante carenza di adeguate piogge, la capacità dell’invaso di rispondere alle esigenze di cittadini e agricoltori”.

“Ma l’intervento più importante  – conclude De Robertis – sarebbe la digitalizzazione del monitoraggio delle reti di distribuzione che afferiscono a Montedoglio, progetto da 12 milioni di euro che EAUT vorrebbe finanziato dal PNRR. Un intervento necessario per avere il costante e preciso controllo sugli usi della risorsa idrica e per consentire adeguati e tempestivi interventi in quando questa dovesse scarseggiare”.









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *